Geopolitica dell’acqua

Autore: Margherita Ciervo
EditoreCarocci
Prezzo: 16euro
Pagine: 188
Anno: 2010

L’acqua è un bene comune o un bene economico?Perché, pur essendo la risorsa più abbondante, è sempre più scarsa?

Qual è la relazione fra scarsità e sistema produttivo e stili di vita?

Esiste una connessione fra la mancanza di accesso all’acqua potabile e le multinazionali?

È un caso che le guerre dell’acqua aumentino in maniera esponenziale?

Quali sono le ragioni e gli effetti della privatizzazione?

Quali le responsabilità dei governi?

Chi decide realmente sulle risorse?

A nome di chi? Sulla base di quale legittimità?

Il libro propone spunti di riflessione su queste e altre domande, esplorando anche i luoghi della resistenza alla mercificazione dell’acqua, le reti e i percorsi di ripubblicizzazione dei servizi idrici e dell’immaginario collettivo.

La nuova edizione approfondisce il caso italiano – al quale è dedicato un intero capitolo – le importanti evoluzioni sociopolitiche verificatesi dall’ottobre 2009 e le modalità con cui si sono realizzate.

  • Digg
  • del.icio.us
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • Live
  • Technorati
  • Yahoo! Bookmarks
  • Yigg
  • MySpace
  • oknotizie
  • Twitter

Locombi.com - Il Tuo Webmaster